CANNES 2015: LA POLEMICA DEL “TACCO 12” E… I NOSTRI GIUDIZI DI STILE

Dopo il post e le pagelle di stile al Met Gala 2015, ecco a voi un nuovo post sullo stile da red carpet ad un altro dei più importanti eventi glamour del globo. Non mancano le polemiche per il pazzo dress code. E, in più, ci sono i nostri giudizi, se così si possono chiamare. Enjoy!

La nuova edizione del Festival è, come sempre, una parata di look mozzafiato e di abiti super lussuosi da ammirare, ma sono poche quelle che, nonostante l’abito costosissimo, riescono a lasciare un segno e a farsi ricordare. Molte cercano di apparire, altre lo fanno ma non lo dicono, altre invece appaiono e basta. A Cannes, come al Met Gala, tutto è possibile: ok il tono è più raffinato ed elegante, ma gli eccessi non mancano.

MA IN QUESTA EDIZIONE NON MANCANO NEANCHE LE POLEMICHE. La dittatura del tacco 12: ecco come possiamo etichettare il polverone che investe nelle ultime ore il Festival del Cinema di Cannes. A far infuriare le star invitate è stata la richiesta di indossare rigorosamente tacchi alti alla Croisette. Moltre signore anziane si sono viste respingere all’entrata delle proiezioni proprio perché non indossavano scarpe con il tacco. E nemmeno gli acciacchi dell’età hanno convinto gli inflessibili bodyguard. Un rigidissimo dress code che ha spazzato via quelle povere donne agées che volevano assistere alla proiezione di “Carol”. Pronti a schierarsi Emily Blunt, Benicio Del Toro, Josh Brolin e il regista Denis Villeneuve. Ovviamente i piani alti smentiscono. Dress code sì, ma fino a un certo punto.

Polemiche a parte, per voi, solo per voi, una selezione dei look più chiacchierati della nuova edizione , in costante aggiornamento, qualora ce ne fosse bisogno. Qual è il vostro preferito? E il peggiore ?

Commenti

Commenta

Un indirizzo email valido è necessario.