“DOLCE” BY DOLCE&GABBANA

Una tradizionale e suggestiva rappresentazione di una Sicilia sublime. Il profumo di limone nell’aria, il rumore della quotidianità e la classica routine delle tradizioni siciliane sono rappresentate con un filo di nostalgia che ci riporta indietro nel tempo. Questo lo scenario magico del nuovo videoclip dedicata alla nuovissima fragranza Dolce & Gabbana. Il nuovo arrivo in casa Dolce & Gabbana prende proprio il nome dello stilista siciliano “Dolce”. 

Un video diretto da uno dei migliori registi in circolazione, Giuseppe Tornatore, che ci offre una grande rappresentazione della Sicilia contadina che adora le tradizioni e si concentra sull’importanza dei piccoli gesti. Come quello di un fiore donato alla propria amata: a ricevere lo speciale “dono”, infatti, è la bellissima modella Kate King, nei panni di Lia, che appare bellissima e aristocratica in un abito di pizzo bianco.
Un gesto evocativo che ci riporta alle vecchie usanze, a quei piccoli gesti che scaldavano il cuore, a quella atmosfera di “casa” che indubbiamente ritroviamo nella rappresentazione del mood del nuovo profumo. 
“Dolce è una fragranza contemporanea ispirata dalla memoria“- racconta Stefano Gabbana, direttore creativo della campagna pubblicitaria- “la sua originalità non è solo nel modo in cui è stata creata, ma anche nel fatto di essere la traduzione in profumo di un giovane nuovo amore che, in virtù della sua innocenza, conserva la propria vitalità giovanile“. 
E il video sembra proprio rispettare la tradizione siciliana e l’animo degli isolani, dediti al lavoro, all’amore per la famiglia e alle tradizioni folkloristiche, fatte di valori e affetti. 
E infatti come ci rivela lo stesso Domenico Dolce La nobiltà dell’animo, l’eleganza dei gesti quotidiani, la gioia della condivisione di generazione in generazione, e l’instancabile perfezione di un singolo fiore bianco. Questa è l’immagine della Sicilia che porto dentro di me, e quella che ho catturato in questo delicato profumo“.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=KDS27j5cXkM]

Realizzare un film per Dolce&Gabbana non è come girare una semplice pubblicità. Stefano e Domenico non mi sottopongono una trama, ma una sensazione: mi hanno chiesto di ricreare un clima di seduzione gioiosa, un senso di gentilezza. Così è nato lo spot di Dolce, che è la storia di un corteggiamento, è una storia di amore e di coraggio, di grande atmosfera siciliana”, dice Giuseppe Tornatore.

E la fragranza è davvero delicata grazie alle sue profumazioni: caratterizzata da note di testa di foglie di Neroli e fiore di Papaya, da un cuore di Ninfea Bianca, Giunchiglia e Amarillide Bianco, un fiore sudafricano usato per la prima volta in assoluto in un profumo, e da una coda di Muschio, Cashmeran, di legni chiari e spezie piccanti, la nuova fragranza Dolce è anche un omaggio al padre dello stilista siciliano: il nome del profumo vergato in nero sulla boccetta di spesso vetro trasparente, chiusa da un tappo a forma di fiore che si ispira alla tradizione della pasta di marzapane siciliana, è infatti una replica della firma del genitore.

Insomma, Dolce & Gabbana sembrano proprio non sbagliarne una, e noi non possiamo far altro che ammirare il grande lavoro dedicato alla valorizzazione della Sicilia attraverso le sue più grandi espressioni dell’animosità tipica siciliana. Ma non solo: una grande opera di valorizzazione di quelle tradizioni ormai perse che, attraverso la loro “moda”, rievocano scenari da sogno che bisogna preservare. 

BACKSTAGE

C’ERA UNA VOLTA IN SICILIA….

C’era una volta in Sicilia un bosco magico…popolato da fate e creature delle fiabe.
 Un luogo dalla bellezza incantata dove i sogni si avverano e diventano realtà. 
Dove i mostri non esistono e governa l’incanto di una notte incantata.

 Dai sotterranei si eleva una gigantesca quercia posizionata in uno scenario fiabesco: sullo sfondo il “cielo” è viola e la neve copre ogni cosa. Ad un certo punto da un giardino segreto le fate di Dolce & Gabbana ci appaiono con tutta la loro bellezza, accompagnate da una musica da sogno.

E la magia dei due stilisti si compie, attraverso la “danza” sulla passerella di 60 bellissime fate dallo sguardo incantato. Si sogna ad occhi aperti: in testa cappucci ricamati da cavalieri, scarpe appuntite che richiamano quelle di Peter Pan impreziosite da gioielli e applicazioni color oro. Addosso fantastiche cappe con su delle stampe effetto collage con i più disparati protagonisti: fiori, civette, scoiattoli.

E a dominare l’intero show Dolce & Gabbana ci sono i motivi floreali che avvolgono magicamente tutto, ma non solo, ci sono anche chiavi e serrature magiche, su lunghi abiti, gonne e mini dress. “Una chiave di lettura che apre castelli, torri o forzieri”, spiegano gli stilisti che hanno cucito la loro fiaba con un mood surrealistico. “Perché gli incantesimi non hanno una logica”. Gli abiti da folletto sono stretti in vita e corti; si portano con calzamaglia da paggio e stivali super decorati, tagliati e bordati con le sfumature del bosco.
Ed ecco che sulle note del walzer della fata confetto di Tchaikovsky sfilano le magiche ancelle portando in passerella i colori del bosco e della natura. Ma non manca il pizzo, grande protagonista degli show D&G, questa volta, sottoforma di ricamo incantato, solo per alcune elette.
Il viola, il rosso, il giallo e i colori forti dominano con incanto la passerella.
Abiti di chiffon in stile impero ammaliano e affascinano, fanno sognare e regalano un pò di incanto, cosa rara di questi tempi. Uno stile romantico che seduce e ci fa ben sperare.
E poi arriva il finale, con tutta la sua bellezza evocativa: tutte in passerella per un grande finale da fiaba, dove solo i sogni possono avverarsi, dove i magici abiti ci riportano ai giardini segreti delle favole popolati da elfi, fate e animali magici: è la SICILIA INCANTATA.
Il finale stupisce con mini dress luccicanti, sui colori del nero e dell’argento.