MILANO MODA DONNA P/E 2016: IL REPORT DELLE SFILATE

La settimana della moda di Milano, per la primavera/estate 2016, fa discutere e congloba tutte le personalità più importanti del fashion system in una sola città, in un solo momento, per un unico evento che ogni volta ridisegna le sorti di una moda camaleontica, frenetica, contemporanea. Grandi applausi per Gucci, nuovi orizzonti per Cavalli, eclettiche considerazioni per Prada, eclatanti commenti per Moschino. Questo e tanto altro nel nostro report delle sfilate andate in scena durante la Milan Fashion Week. 


MILAN FASHION WEEK: DAY 3

 
La settimana è giunta già al suo quarto giorno. Noi abbiamo seguito tutti gli eventi in diretta con live twitting e aggiornamenti continui sulla nostra PAGINA FB e sul nostro profilo TWITTER . Tanti gli stili e tante le collezioni della moda che verrà: la primavera/estate 2014 si prospetta ricca di eleganza e raffinatezza con colori ultra glamour. 
Ecco il resoconto della TERZA giornata di passerelle.
 
 
BLUMARINE
Bon ton, raffinatezza e originalità: tre componenti essenziali nel mood targato Blumarine. Ha sfilato una donna sensuale, fiabesca, con uno charme unico nel suo genere. Le trasparenze saranno un must più che mai per Blumarine: trasparenze con effetto metallico su abiti microretinati, praticamente nude, trasparenze con decori di grandi farfalle su veli di tulle, e abitini soffici, raffinati dalle trasparenze bon ton. 
EMPORIO ARMANI
Che rigore e che eleganza. Il re delle passerelle Giorgio Armani lancia collezioni dal taglio deciso, sartoriale e con picchi di colore super primaverile. Bellissime le stampe che rievocano la flora tropicale su abiti dal taglio rigorosamente vintage, fatto di longuette e giacche in stile anni ’80. 
La palette di colori varia ed espone tonalità allegre e mai spente, anche per i più scuri: ci sono il grigio, il blu, il bianco, l’azzurro, e il verde smeraldo. 
Un tocco di mascolinità completa un mood fantastico. 
ANTONIO MARRAS
Bellissima la coreografia e il set, tutto pensato per calare la collezione all’interno di uno scenario “bucolico”, con un background che sa di panorami floreali all’italiana. Una collezione dai toni decisamente romantici con picchi di creatività e sartorialità all’estremo. Bellissimi i maxi volant sulla schiena e le stampe fatte di farfalle e fiori. I tessuti sono tecnici, di organza, di pizzo e contornati da nastri e rouches. 
Alcuni passi della Metamorfosi di Ovidio completano lo spettacolo. Chapeau.
ETRO
Etro per la prossima primavera/estate ha deciso che la sua donna sarà “hippie”, una figlia dei fiori (e delle stampe diremmo) molto chic e raffinata. Il paisley, iconica stampa della maison, si scatena in maxi dress svolazzanti, pantaloni, giacche, foulard e top. I colori variano dal celeste, al blu, al verde acqua marina, passando per il giallo. 
ICEBERG
Si nota subito che la maison ha ritrovato una nuova luce, e questa nuova aura sembra proprio provenire dal Sol Levante. Ipertecnologici i tessuti in trasparenza, e tenui i colori. Un Giappone che non sa di Giappone: la sua visione è molto all’avanguardia, tecnologica e fresca. 
Bellissimi i look camicia + shorts, che danno un tocco “manly” spezzando l’armonia dell’oriente, che forse, un tantino eccede. 
LES COPAINS
Sullo sfondo tante luci e un set rosso: un rosso che sa di passione e amore per i dettagli. Una collezione eterogeneea e variegata a partire dalle stampe e dai modelli proposti. Ci sono i maxi fiori, ma ci sono anche le righe e ancora ci sono i maxi quadrati in gonne, camicie e top. Bellissimi i crop top “hand made” che danno un tocco retrò ad outfit dalle linee semplici. I toni variano tantissimo: dal bianco, al rosso, passando per il black & white, all’arancio. Glamour alle stelle. 
TRUSSARDI
Trussardi è audace, ma rimane classico e accenna qualche novità di stile glamour davvero interessante. 
Rettile e pelle i must have per la maison che porta in scena una donna “esploratrice delle bellezze del mondo” pronta ad assaporare ogni luogo con stile ed eleganza. I colori: rosso, beige, marrone, celeste e oro metallizzato. Tante le proposte: pantaloni a vita alta, camice in pelle, e jumpsuit ultra sensuali. 
L’accessorio cult? Il cappello da cowboy. 
VERSACE
Chiude la terza giornata di Milano Moda Donna, l’irriverenza e il carattere strong di Donatella Versace. Lei non si smentisce, e non si smentisce nemmeno il parterre di star accorsi per ammirare i capi ultra glam-rock della stilista. Iconiche gonne a ruota ricordano lo stile rockabilly accompagnate da abitini succinti con tanto di catena legata al collo che scende per avvolgere ai fianchi. C’è lo stile tipico dello streetwear fatto di bomber jacket, biker t-shirt, pelle e denim. Uno stile a metà tra il rock e il glamour, che diciamolo, resta impresso nelle menti di chi osserva. Giallo acido e glicine i colori top per a prossima stagione. 
La maglia metallica, capo cult della maison, chiude una sfilata dai toni rock e che resta sempre un’iconica rappresentazione della moda d’altri tempi. 
(photo: Grazia.it)