RICCARDO VANNETTI DI “CORTESIE PER GLI OSPITI”

E’ eclettico, brillante ed un vero gentleman. Stiamo parlando di Riccardo Vannetti, esperto di Lifestyle, giornalista di L’Uomo Vogue e opinion leader del programma televisivo “Cortesie per gli Ospiti” su Real Time. La sua passione per la moda, il lifestyle, l’arte e la letteratura lo consacrano come uno degli uomini più seguiti e apprezzati della televisione (e non solo). Seguire i suoi consigli è un must! E noi, di certo, lo faremo!
Abbiamo avuto il piacere di far quattro chiacchiere, in maniera confidenziale, con lui e siamo davvero felici di potervi rendere partecipi.
Beh non vi resta che leggere ciò che ci ha svelato in questa nostra esclusiva intervista.
 Non potrete far altro che imparare ed apprezzarlo!

1. Cosa è veramente il lifestyle? E cosa fa un lifestyler? Raccontaci un po’ di te .. di come è nato il tuo amore per questa passione e per la moda. 
Bella domanda: il lifestyle letteralmente significa “stile di vita”. Oggi con questo sostantivo si intende tutto ciò che ruota intorno ai gusti di una singola persona. Dalla moda alla lettura, passando per il Bon Ton e il gusto culinario fino a toccare temi quale il viaggio e l’arredamento. Un Lifestyler… è un neologismo anglosassone… In realtà è un opinionista a 360 gradi… lungi però da me dal voler insegnare qualcosa… Mi piace, quando richiesto dare dei consigli. La buona educazione vuole che non si elargiscano mai dei consigli quando non sono stati richiesti!

2. Come sei riuscito ad entrare a far parte di questo favoloso mondo?
Ho studiato, ho lavorato, mi sono sempre impegnato tanto e tutt’ora lavoro molto (e su più fronti)… ma non faccio parte di nessun favoloso mondo. Sono una persona serena che ha avuto un pizzico di fortuna in più. Il caso a volte può fare la differenza…

3. C’è qualche altra passione che coltivi oltre quelle già citate?
Si due su tutte: il viaggio on the road e la passione calcistica. Adoro viaggiare budget style: pensate che sono stato in Yemen nel 1996 e in Irian Jaya (l’attuale Papua indonesiana) nel 1998. E inoltre sono un tifoso (anche abbonato per alcuni anni) della Fiorentina. Forza Viola!

4. A cosa, secondo te, un uomo o una donna non dovrebbe mai rinunciare in fatto di stile? Cosa è che veramente fa tendenza?
Sia una donna sia un uomo, per essere veramente stilosi, non debbono mai rinunciare alla loro educazione. La tendenza nel vestire oggi è dettata soprattutto dall’essere se stessi e stare molto bene con ciò che si indossa. Le forzature stonano molto, a mio modesto parere. Diciamo che preferisco un’elegante sobrietà a un look impressionantemente evidente.



5. C’è qualche icona da cui trai ispirazione e perchè secondo te è un modello di riferimento? 
Beh ce ne sono molte… Il Professor Philippe Daverio è un uomo che ammiro molto: per cultura, per charme e per intelletto. In ambito moda sono un fan sfegatato di molti designers. Alessandro Dell’Acqua è un grande creativo, Stefano Pilati ha un allure e uno stile raffinati ed eleganti e Alessandro Sartori altresì incarna l’essenza maschile dell’italianità-internazional-contemporanea. Tre uomini molto diversi ma tutti con delle belle menti e con dei loro riferimenti culturali molto netti e connotati.

6. Seguiamo molto il programma di cui fai parte, “Cortesie per gli ospiti”, ma quale buona maniera si deve sempre seguire, e quale cattiva abbandonare? Ci affidiamo a te: un consiglio veloce per imbandire la tavola nei giorni di festa.
Si deve sempre accogliere con il cuore e in maniera sincera e spontanea.
Non si deve mai ostentare nell’accoglienza.
Sulla vostre tavole? Adornatele con dell’oro e dell’argento, un po’ di glitter sparsi sulla tovaglia, un centrotavola con rami secchi adorni di micro palline e dei piatti semplici e neutri… il resto lo faranno del buon cibo, un vino piacevole e i vostri affetti.


7. Sappiamo anche che sei un giornalista, ma cosa pensi del mondo 2.0 e dei blogger?
I blog, se ben tenuti e ben costruiti, sono un’espressione contemporanea di molti giovani aspiranti scrittori. Ne seguo molti e mi fa piacere leggerli: un consiglio però che darei è di spostare un po’ l’attenzione alla scrittura e di curare di più la lingua anziché sperticarsi nella ricerca dell’immagine del secolo… Adoro la nostra lingua e mi dispiaccio quando trovo delle buone idee espresse in malo modo.

8. Cosa auguri a due blogger come noi che sognano di entrare nel mondo della moda?
Vi auguro di fare il vostro cammino: soprattutto coerente e “divertente”. Buon 2014!

PARLANO DI NOI: JE VEUX MAGAZINE

Siamo felici di potervi mostrare la nostra intervista per la rivista online JE VEUX MAGAZINE. Un magazine molto interessante che ci ha colpito per la versatilità degli argomenti trattati: dalla moda, al lifestyle, passando dalla cultura al design. Un contenitore di stile che dà anche la possibilità a noi blogger di farci conoscere attraverso un post outfit inedito e…un pò di noi!

PASHION VICTIM: LA NOSTRA INTERVISTA

Siamo felici di pubblicare e di condividere con tutti voi un’esperienza davvero soddisfacente.
Siamo stati intervistati dalla redazione del sito PashionVictim.com e per noi è un vero piacere. PashionVictim.com è una nuova community che riunisce bloggers e brands in un unico portale permettendo collaborazioni e iniziative esclusive. 
E’ davvero interessante questo tipo di community perchè cerca di ampliare la rete dei bloggers permettendo loro di farsi conoscere e diffondere la propria idea di stile.
Noi l’abbiamo trovata una iniziativa geniale a cui abbiamo preso parte con entusiasmo e interesse.


QUI IL LINK DELL’INTERVISTA E TUTTI I DETTAGLI

INTERVISTA AL DESIGNER DI SEVERE GUSTS ITALY

Oggi vi parliamo di un marchio nuovo, fresco e dinamico e lo facciamo attraverso il cuore di SEVERE GUSTS ITALY: Simone Iodice, designer del brand che abbiamo avuto il piacere di conoscere. L’amore per i dettagli e per il fashion, contraddistinguono la personalità poliedrica di questo giovane designer: le sue borse ci piacciono molto e hanno uno stile davvero impeccabile.
Ecco a voi una piccola intervista per conoscere meglio il mondo di Severe Gusts Italy.

SAPPIAMO CHE SEI IL CUORE DEL MARCHIO SEVERE GUSTS ITALY, PARLACI UN Po’ DI TE..
Mi chiamo Simone Iodice, sono nato a Ischia il 27 luglio 1978, ho frequentato l’Istituto tecnico nautico diplomandomi nel 1997. Ho vissuto fino all’età di 21 anni ad Ischia, poi mi sono trasferito fuori per lavorare come allievo ufficiale di coperta per una compagnia di trasporti marittimi francese ed è proprio lì che nasce la mia ossessione di libertà. Ma soltanto nel 2011 riesco a creare il brand di produzione borse di lusso Severe Gusts Italy. Dedico ogni secondo del mio respiro e della mia giornata a Severe Gusts, dimenticandomi molte vole di una vita privata. Mi chiamano “Severe Gusts”, ne sono felice anche perchè rispecchio nel brand la mia vita. Severe Gusts Italy non mi ha cambiato la vita, sono io che ho cambiato la mia vita per questo brand e devo dire che ne è valsa proprio la pena, sono felice. Dite che sono il cuore? Beh certo sono l’ideatore,. l’immagine e il designer del gruppo, il quale è commercializzato non da me, ma da un’azienda partenopea.

  COME E QUANDO è INIZIATA LA TUA PASSIONE PER LA MODA?
Ho sempre avuto la passione per la moda, anche se per poterla seguire ci vogliono soldi, ho sempre cercato però la mia di moda, quello stile perfetto ed imperfetto. Forse ci sono, l’ho trovato.

PARLACI UN PO’ DEL MARCHIO DI CUI SEI FONDATORE.
Severe Gusts Italy nasce più per gioco, così un giorno dell’anno 2011. Ma poi il desiderio di rispecchiarmi in qualcosa che avevo sempre cercato ha predominato ed è divenuto cult sul web. Severe Gusts Italy, ovvero la confezione e la fabbrica che lo commercializza, produce borse e borsoni da uomo e da donna in pelle di agnello e vitello, e adesso sono in uscita i mix di tela e pelle, quindi penso sarà fantastico assemblare questi due materiali. 

A COSA TI ISPIRI PER DISEGNARE LE TUE BORSE E PERCHE’ HAI DECISO  PROPRIO DI CREARE QUESTO ACCESSORIO?
Per assemblare e disegnare borse non ho una precisa fonte di ispirazione, lavoro molto di notte. Mi alzo al mattino, mi guardo allo specchio, penso qualcosa di nuovo e assemblo colori e dico “S. po fa”. Ormai Severe Gusts Italy ha un suo style, una sua impronta ed identità, quindi non ha bisogno di nient’altro. 

DA COSA DERIVA IL NOME DEL TUO BRAND?
Severe Gusts Italy significa “Forti Raffiche di vento” ed è una dicitura che troviamo sui bollettini meteo della marina. Sì, le mie sono vere e proprie raffiche di vento!!!

COME SI SVOLGE LA VITA DI UN DESIGNER? 
La vita da designer consiste nel seguire un pò tutto, dai clienti, per sapere se i disegni, i colori che ho scelto piacciono, significa poi curare, come questa, le varie interviste per i vari magazine. Significa poi cercare attraverso gli atlri, quello che saranno le creazioni Severe Gusts Italy. Ma soprattutto guardare la donna e le sue esigenze, varietà ed eccellenze. Scegliere poi materiali, colori, provare e riprovarne per giorni la sostanza, anche con effetto pioggia.

PENSI DI ESPANDERE LA TUA RETE DI VENDITA ALL’ESTERO?
Devo riconoscere che Severe Gusts Italy è molto apprezzato in Russia ed in Brasile, oltre che a Lugano. Cerchiamo sempre di migliorare per farci notare sempre più. Abbiamo contatti ogni giorno con i paesi dell’Est con i quali sta nascendo un accordo ed un’intesa commerciale, e speriamo di poter essere presenti in tutto il mondo. 

COME POSSIAMO ACQUISTARE LE TUE BORSE?
I prodotti sono in vendita in diverse boutique in Italia, anche se è possibile acquistarle online, attraverso i Social Network. 

COSA PENSI DEI FASHION BLOGGER? HAI IN MENTE DI CREARE QUALCHE EVENTO?
Le fashion blogger, come i blogger uomini, sono l’anima dell’immagine del brand, vorrei fare sicuramente qualcosa di grande e chiamarli tutti, voi compresi siete invitati, ovviamente. Ogni mese e lo sarà per sempre collaborerò con loro per far sì che Severe Gusts Italy sia testimoniato da queste splendide figure che ormai padroneggiano sul web.

INTERVISTA ESCLUSIVA A CARLA GOZZI, LA COACH STYLIST DELLA TV

E’ raffinata, bon ton e con un grande senso dello stile: stiamo parlando di CARLA GOZZI. Ci ha concesso un’intervista per i lettori di Art in Vogue e siamo onorati di potervela mostrare. Carla Gozzi è una style coach e conduttrice televisiva italiana, uno dei volti centrali del network televisivo Real Time. L’abbiamo vista a fianco di Enzo Miccio in “Ma come ti vesti?” e adesso alle prese con i guardaroba delle italiane con “Guardaroba perfetto” tutti i giorni in onda su Real Time. Il suo stile è molto ricercato e si ispira agli anni ’50, per noi è una vera guru della moda. Ecco a voi la nostra intervista!

Buona Lettura!
1 Sei ormai una guru della moda, com’è nata questa tua passione? Da quanto tempo la tua passione è diventata un vero e proprio lavoro? Raccontaci un po’
La passione è nata dopo gli studi artistici  quando dopo uno stage in una grande azienda di moda mi si sono  spalancate le porte del fashion

 2 Dopo il grande successo di “Ma come ti vesti” a fianco di un altro guru della moda, Enzo Miccio, adesso ti vediamo alle prese con un programma tutto tuo, Il guardaroba perfetto, molto seguito dai giovani. Com’è gestire una trasmissione tutta tua? Ti vedremo ancora a fianco di Enzo?
Io e Enzo registriamo in continuazione insieme. proprio ora siamo in chiusura con shopping night! guardaroba perfetto è un format che riprende i tratti di una consulenza sempre  di grande richiesta “sos guardaroba” che realizzo per privati. l’unica cosa strana è avere le telecamere nella camera da letto!

3 Dato che il tuo stile, si sa, è molto bon ton e dai toni classici e sofisticati, très chic, ci domandiamo cosa non deve mancare nel tuo “Guardaroba perfetto”.
Non deve mancare, l’intimo shapewear e valorizzante e collant di tutte le pesantezze per essere sempre perfetta..

4 Indipendentemente dal proprio stile, cos’è che non deve mai mancare nel proprio guardaroba per essere sempre alla moda?
Il LBD (little black dress), 3 tipo di scarpe ; decolletè, sandalo gioiello e tronchetto

5 Con il tuo nuovo programma sei d’ispirazione a tante ragazze che nel proprio guardaroba hanno capi mai indossati o poco valorizzati e ti vediamo ogni volta divertirti reinventandoli e proponendo nuovi e creativi outfit impensabili. Secondo te qual è il capo che debba essere sempre reinventato?
Il gioco della trasmissione è proprio quello di dare nuova vita anche in modo originale a capi che diversamente sarebbe stati buttati. il capo per definizione più trasformabile è il tubino !

6 Come hai potuto vedere, spulciando il nostro blog, di certo non avrai potuto fare a meno di notare la nostra rubrica settimanale “In & Out” in cui ci divertiamo in maniera ironica a dare giudizi al look delle star più importanti. Da grande esperta quale sei tu, ti proponiamo 3 nomi per giocare insieme a noi.  In o Out? Michelle Obama, Lady Gaga, Nicole Kidman.
In Michelle, out Gaga, in Kidman

7 Inoltre, accanto alla rubrica “In & Out”, c’è quella dedicata alle icone di stile passate e presenti, a cui noi ci ispiriamo. Qual è la tua icona di stile?
Grace Kelly

8 Ci piace tanto confrontarci e ascoltare i consigli degli altri, specialmente di esperti come te. Quale consiglio daresti a due blogger come noi?
Contenuti vostri originali, consiglio da blogger; Coinvolgete  amiche per nuove idee di rubriche. manterrete così il vostro blog sempre fresco e dinamico!


IL BLOG DI CARLA: www.carlagozzi.it
Ringraziamo Barbara Ferrieri per la sua disponibilità e cortesia.