MILAN FASHION WEEK: DAY 5


La settimana è giunta quasi al termine. Noi abbiamo seguito tutti gli eventi in diretta con live twitting e aggiornamenti continui sulla nostra PAGINA FB e sul nostro profilo TWITTER . Tanti gli stili e tante le collezioni della moda che verrà: la primavera/estate 2014 si prospetta ricca di eleganza e raffinatezza con colori ultra glamour. 
Ecco il resoconto della QUINTA giornata di passerelle.

MARNI
Uno stile decisamente all’avanguardia quello proposto da Marni. La silhouette è allungata, le forme fluide e i volumi ampi. Un tocco futuristico all’intera collezione dato anche dalle visiere e dallo sporty chic di alcuni outfit. Particolari il tridimensionalismo dei fiori applicati à tout court su abiti, gonne, maglie e giacche. 
JOHN RICHMOND
John Richmond conferma ancora una volta il suo carattere grintoso portando in passerella un pò di “pepe” e rock. Bellissimi i maxi dress total black con applicazioni scintillanti e ricami bon ton, per uno stile da ragazza romantica dark. Le canotte o le maglie trasparenza molto “vedo tutto” donano un tocco “hot” all’intera collezione. Il colore più usato è ovviamente il nero, ma non manca il bianco, l’arancio e il verde acido. 
DOLCE & GABBANA
Un tripudio di stile e ricercatezza quello proposto da Dolce & Gabbana. Il motivo è ancora una volta la Sicilia ma la fonte di ispirazione si sposta dai ricchi e bizantini mosaici delle Cattedrali siciliane, ai miti e alla storia che avvolge la valle dei Templi di Agrigento con tutta la magia e la bellezza che rievocano. 
Un bagno di pizzo, pois, e stampe dei tempi della Magna Grecia con un tocco anni ’50, nelle acconciature e nei tagli, davvero unici. I medaglioni sono stampati su molti outfit e il cinturone in stile Gladiator, must have della prossima stagione, è qui imponente e declinato in oro. 
Un richiamo al Satyricon di Fellini per uno stile d’altri tempi ma che risulta tremendamente contemporaneo. 
 SALVATORE FERRAGAMO
La maison punta su uno stile semplice ma super ricercato. Mira al riuso di capi outwear in chiave contemporanea e sexy: il mitico trench assume le sembianze di un dress con plissettature asimmetriche donando alla silhouette una forma slanciata e un mood impeccabile. Bellissime le stampe in rettile che spezzano la dicotomia beige/nocciola che caratterizza l’intera linea. 
FAUSTO PUGLISI
Fausto Puglisi si appella ai mitici anni ’60 e a quel gusto rock’n’roll dei telefilm americani. In scena una donna nuova, giovane e fresca che sa quello che vuole. Bellissimi gli outfit con gonne a ruota, altro capo cult della prossima stagione. Super sono anche e camice a contrasto con maxi gonne dalle stampe optical. 
Al top, invece, i maxi dress con maxi spacco che interrompono questo mood retrò donando alla silhouette un inconfondibile sensualità delle forme. I colori sono esplosivi: dal rosso al rosa, passando per il nero, l’azzurro è il giallo. 

MILAN FASHION WEEK: DAY 4


La settimana è giunta già al suo quarto giorno. Noi abbiamo seguito tutti gli eventi in diretta con live twitting e aggiornamenti continui sulla nostra PAGINA FB e sul nostro profilo TWITTER . Tanti gli stili e tante le collezioni della moda che verrà: la primavera/estate 2014 si prospetta ricca di eleganza e raffinatezza con colori ultra glamour. 
Ecco il resoconto della QUARTA giornata di passerelle.

BOTTEGA VENETA
Eterea, stupenda. La donna di Bottega Veneta è una principessa metropolitana: bellissime le proposte in passerella. Abti eleganti e lussureggianti dalle linee morbide e dalla silhouette slanciata si alternano con tonalità scure ma accattivanti. Jumpsuit, maxi gonne e maxi dress dallo stile bon ton catturano l’attenzione in un mix di colori che vanno dal nero, all’arancio fino al rosa cipria. Un tripudio di stile chic. 

ERMANNO SCERVINO
Bellissima collezione: le proposte sono davvero interessanti e variano di volta in volta. Un mix di tessuti sporty e chic che avvolgono la linea: ed ecco che mini skirt con pieghe, si alternano a maxi dress super eleganti in chiffon e seta. Il denim è mixato con il lino lavorato con la seta di raso, e i dettagli sono ricamati in pizzo e abbelliti da pietre preziose. Una donna audace e very glam. 
ROBERTO CAVALLI
Roberto Cavalli non si smentisce mai, ma per questa collezione lancia delle proposte davvero interessanti a partire dalla scelta dei colori: bellissimi i capi in silver che donano un tocco di luce all’intera collezione. I tessuti sono morbidi e sinuosi, e quelli trasparenti sono molto sensuali e chic. I dettagli presentano delle frange e delle mini borchie lucenti per uno stile strong ma dai toni tenui davvero particolare. 

JIL SANDER
La collezione primavera/estate 2014 di Jil Sandere è minimal, essenziale. Ciò che risaltano subito all’occhio sono gli abiti con un maxi decollètè davanti che slancia le silhouette verso l’alto e le snellisce al punto giusto. La palette di colori è anch’essa essenziale e gioca con le tonalità del black&white, il grigio lamè e il rosa candido. Crop top, blazer, ampie gonne al ginocchio e jumpsuit i pezzi forti.
EMILIO PUCCI
L’africa, con i suoi motivi masai incontra il glamour di Emilio Pucci. Proposte ispirate allo streetwear si intersecano con stampe tribali. L’abbigliamento sportivo viene rivisitato in chiave glam, come solo Pucci sa fare, con proposte interessanti e, potremmo dire, inaspettate, come i cycle pants. Immancabile in cinturone da boxe con lo stemma di Pucci: un grande medaglione dorato. Il dualismo cromatico blu/nero si instaura in abiti da sera dal mood sporty-chic.

MOSCHINO
Moschino diverte tutti e si conferma la casa di moda più irriverente del pianeta. La maison compie 30 anni e mette in scena un fashion show che lascia tutti a bocca aperta. Un live show super glamour che porta in passerella tutti i capi iconici Moschino. La maison ha dapprima inviato agli invitati dei biglietti di partecipazione molto glamour “only for fashion victims”. I look sono ovviamente irriverenti: canotte con scritte davvero divertenti, orecchie in testa, look che ricordano quelli delle religiose, ma anche collane con orsacchiotti, cappelli che propongono aeroplani in testa, abiti svolazzanti. Moschino ci ha letteralmente stupiti.


MILAN FASHION WEEK: DAY 1

Ci siamo, tutto è andato per il meglio: la settimana della moda di Milano è ufficialmente iniziata ed è già un successo.Si  è svolto il primo giorno di sfilate e noi abbiamo seguito tutti gli eventi in diretta con live twitting e aggiornamenti continui sulla nostra PAGINA FB e sul nostro profilo TWITTER .
Sono tantie le collezioni che ci hanno colpito in questa prima giornata di passerelle. 
Comincia il nostro reportage con i TOP LOOK dei designer più importanti.



MILANO MODA DONNA VISTA DA ART IN VOGUE 

DSQUARED2
Un ritorno in grande stile agli anni ’50: si apre così la settimana della moda milanese.
 Il duo glamour Dan & Dean Caten, creatori del marchio, lanciano proposte super glamour per la bella stagione 2014: i colori accesi come il fucsia, l’arancio, il giallo, gli abitini corti e i cappelli di paglia, un connubio di stile unico. Bellissimi i mini dress anni ’50 che valorizzano forme e silhouette. Una donna che, di certo, non passa inosservata.


GUCCI
La donna sensuale ed iper femminile pensata da Frida Giannini, voce del marchio, veste i colori della terra e del mare. Ma c’è di più: i maxi dress e gli abiti strutturati, donano alla donna Gucci eleganza e austerità per una primavera/estate senza riserve e all’insegna dello stile. Picchi di colore intenso come il corallo, il blu marino, il viola irrompono in tessuti total black. Sandali in stile glam-gladiatore, rifiniscono i top look targati Gucci. Il reggiseno è qui la chiave che irrompe e conquista tutti.
ALBERTA FERRETTI
Un’esplosione di vitalità, colori e gioia quella proposta da Alberta Ferretti. L’estate prossima vede protagonista abitini, crop top, e tessuti fluttuanti in un mix di tonalità vivaci come il rosso, il fuxia, il blu elettrico, l’arancio. Al top i fiori che ornano gonne e top: un mood che rievoca i paesi al sud del mondo, come il mexico, allegro e vivace proprio come la linea Ferretti.
NUMERO 21
Il ritorno ad uno stile dalle linee semplici, dai tagli originali e retrò. Questo è quello che ci “urla” lo stile del nuovo marchio di Alessandro Dell’Acqua, già in poco tempo tra i più acclamati del fashion system.Tagli sartoriali per i cappotti, applicazioni gioiello raffinate e maxi camicie indossate come dei veri e propri mini dress. Colori tenui e giochi cromatici tra il nero e il bianco. Uno stile elegante, chic e tremendamente “bello”

BYBLOS
Byblos sorprende tutti e azzarda un mood a metà tra il bon ton e il rock. Stupendi i maxi dress con gonne ampie che presentano un decolletè super ampio e dalle punte in stile rock-gothic che, in contrasto con il taglio bon ton, rievocano scenari unici e d’effetto. 
Bellissimi i completi con stampe optical ricamati da colori accesi come l’arancio, il giallo e il nero. 
Al top abiti dalla silhouette slanciata declinati in giallo, rosso e bianco. 

(photos: grazia.it)

MILANO FASHION WEEK: DAY 2

Secondo giorno: le sfilate nella capitale della moda italiana incalzano e si sfidano a colpi di stile lanciando tendenze all’ultimo grido e guardando sempre e comunque al futuro. 
Tra i tanti, nel secondo giorno della kermesse, hanno sfilato : Just Cavalli, Blugirl, Max Mara, Fendi, Prada e DSquared.
Ecco a voi il secondo atto del fashion show italiano. 
MAX MARA
Il mix&match di Max Mara ci induce a giocare con tessuti e contrasti, sempre e comunque. Laura Lausardi, direttrice creativa, connota subito la linea con uno stile decisamente “grunge” contemporaneo e mai antiquato. Sobria, minimal e chic è la donna Max Mara. Importanti capispalla, mix di tessuti come lana, raso, cotone, lucido, sneakers e pantaloni a gamba ampia i pezzi forti. 

BLUGIRL
Blugirl mixa stili diversi per l’autunno inverno 2013/2014, dando vita ad una collezione eclettica dal sapore un po’ british. I materiali si contrappongono: tessuti lucidi vengono accostati a quelli opachi, creando un perfetto gioco tra consistenze e volumi diversi. Animalier e check college, paillettes e rose, pizzo e tulle: un mix & match senza limiti per la ragazza immaginata dalla designer.

FENDI
Karl Lagerfeld e Silvia Venturini Fendi pensano ad una donna punk e ad un tema caratterizzato da linee geometriche, colori accesi e dettagli futuristici: le pellicce sono contaminate da striature fluo, i cappottini realizzati con una serie di blanze concentriche, le giacche divise esattamente a metà con due materiali diversi con da un lato il panno di lana e dall’altra una morbida pelliccia.

JUST CAVALLI
La linea lanciata da Cavalli per il prossimo autunno/inverno, cerca e si dà all’Oriente: la Cina è protagonista. Una cina decisamente rock. Ormai, si sa, la parola d’ordine della moda contemporanea è “osare” in libertà e Cavalli lo sa bene: pezzi apparentemente incompatibili, come lo skinny pants iperdecorato e il giubbino supersporty. Non mancano sono gli abiti, mini o extra long, ma sempre fasciantissimi. Presenti, come sempre, maculato e tigrato, inconfondibile firma dello stilista.

PRADA
L’imperatrice e signorona Miuccia porta in scena una donna algida, disordinata, ma nel senso di ribelle. La sfilata Prada, come al solito, non ha deluso le aspettative: Per la prossima stagione Miuccia Prada mescola un po’ di anni Quaranta con gli anni Sessanta.Le modelle indossano maglioni di lana sotto i tailleur, portano i capelli bagnati quando la moda li vuole vaporosi e perfettamente messi in piega, la donna flirta con l’eccentricità e disobbedisce ai canoni delle signorine perbene. La silhouette è asimmetrica e i toni decisi. I materiali e i tessuti sono, per lo meno, eterogenei: si va dal tweed al cocco, dal vichy alle righe, passando attraverso il lamé. Le borse sono bowling e le scarpe anni Quaranta. La parola d’ordine sembra, anche in questo caso, avere il coraggio di osare ciò che è inosabile.